Dl anticrisi, modifiche su ambiente e scudo fiscale

1' di lettura

Comincia oggi in commissione al Senato l'esame del decreto approvato ieri alla Camera. Ed entra nel vivo anche la discussione sul Piano sud. E' previsto per oggi il primo vertice tra il presidente del Consiglio e i ministri interessati

Incassato il primo sì alla Camera il decreto anticrisi procede a tappe forzate verso l'approvazione. Già oggi il testo sarà all'esame delle Commissioni bilancio e finanze del Senato. Palazzo Madama lo approverà così com'è stato licenziato dalla Camera. Nessun terzo passaggio a Montecitorio quindi. Maggioranza e governo hanno deciso di correggere le norme più contestate della manovra non attraverso la via parlamentare ma con un decreto ad hoc. A cambiare, dovrebbero essere le norme relative alla Corte  di Conti e alle competenze del ministero dell'Ambiente sull'energia. Modifiche in vista ache per lo scudo fiscale, mentre rimarrebbe al palo la tassa sull'oro già bocciata dalla Bce. Gli aggiustamenti al decreto saranno, con ogni probabilità, sul tavolo della prima riunione per il progetto per il Meridione, previsto per oggi,  tra il presidente del Consiglio e i ministri interessati. Un piano per il Sud sollecitato a gran voce dal Movimento per le autonomie, che  al governo continua a mandare segnali. Prima l'astensione sul decreto. Poi l'annuncio: sono maturi  i tempi per dar vita ad un Parlamento del Sud".

Leggi tutto
Prossimo articolo