Via libera della Camera al dl anticrisi

1' di lettura

Con 285 sì e 250 no, l'Aula di Montecitorio ha approvato il provvedimento, che passa ora al Senato. Scudo fiscale e regolarizzazione delle colf le principali novità. Tra i nodi irrisolti i fondi per il Sud

Con 285 sì e 250 no, l'Aula della Camera ha approvato il via libera al dl anticrisi, su cui il governo ha incassato la fiducia la settimana scorsa. Il decreto passa adesso al Senato per la seconda lettura.
Restano ancora nodi irrisolti: dalle norme sulla Corte dei Conti ai poteri del Ministero dell'Ambiente, dalla 'golden tax' al problema del Sud.
Tra le principali novità, lo 'scudo fiscale', la mini riforma delle pensioni, la regolarizzazione di colf e badanti. In arrivo anche una boccata d'ossigeno per le imprese: potranno essere detassati gli utili reinvestiti in macchinari, si introducono sgravi del 3% sull'aumento del capitale sociale e viene concessa una moratoria sulle scadenze debitorie delle Pmi, ma solo dopo l'intesa con l'Abi.

Leggi tutto