Immigrazione, Maroni: parola d'ordine integrazione

1' di lettura

Il ministro dell'Interno annuncia una "fase due" dell'azione di governo e per il prossimo settembre annuncia iniziative di accoglienza che mettano in mostra il "modello italiano"

Il ministro dell'Interno Roberto Maroni difende la linea del governo in materia di immigrazione e annuncia una fase due, all'insegna dell'integrazione: "E' giunto il momento di fare vedere l'altra faccia della politica dell'esecutivo. Non più solo il pugno di ferro nei confronti dei clandestini" ma iniziative di accoglienza grazie alle quali tutti vorranno imitare il modello Italia. Maroni ha parlato a Orvieto, dove si è aperta la tre giorni dei circoli Nuova Italia guidati da Gianni Alemanno. Una frecciata anche alla Santa Sede: "Immigrazione clandestina è nel codice penale del Vaticano".

Leggi tutto
Prossimo articolo