Intercettazioni, Napolitano: "Sì a soluzioni condivise"

1' di lettura

Il Presidente invoca il dialogo e auspica che sul disegno di legge si trovi un accordo tra gli schieramenti. Critica l'Idv, mentre Pd e Udc fanno quadrato intorno al Capo dello Stato e la maggioranza rivendica la propria libertà d'azione

Dialogo e regole condivise. Giorgio Napolitano torna a chiedere alla politica di parlarsi. E di ritrovare il senso della misura. Parole che il giorno dopo animano ancora il dibattito politico. Proprio nelle ore in cui l'Espresso pubblica le registrazioni tra Silvio Berlusconi e la escort Patrizia d'Addario, il Capo dello Stato invoca sul disegno di legge in materia di intercettazioni soluzioni condivise. Parole che lasciano fredda l'Idv. La richiesta è che il Presidente non promulghi quel testo se non cambierà. Fanno quadrato intorno a Napolitano Udc e Pd. La maggioranza: "Decisione nostra".

Leggi tutto
Prossimo articolo