Intercettazioni, Fini: riforma condivisa bene per tutti

1' di lettura

Dopo l'appello al dialogo di Napolitano arriva anche quello del presidente della Camera: "Se si verificherà la disponibilità delle parti politiche a giungere a un testo maggiormente condiviso si sarà fatto qualcosa di largamente positivo"

Dopo l'appello al dialogo di Napolitano, arriva anche quello del presidente della Camera Gianfranco Fini per soluzioni condivise sulle intercettazioni, riforma il cui esame è stato rinviato a settembre. "Non credo - ha detto Fini - che il rinvio saggiamente deciso dal Capo dello Stato e dal Senato sia un rinvio fine a se stesso: mi auguro non lo sia. Se nella discussione al Senato si verificherà la disponibilità delle parti politiche a giungere a un testo maggiormente condiviso si sarà fatto qualcosa di largamente positivo". Fini è poi tornato sull'abuso del voto di fiducia, ha auspicato che il testo del Senato sul testamento biologico sia modificato e ha criticato la Libia per la politica in tema di immigrazione.

Leggi tutto
Prossimo articolo