Il Csm boccia il ddl Alfano: viola la Costituzione

1' di lettura

Secondo la sesta commissione del Consiglio superiore della magistratura il provvedimento va contro almeno quattro principi costituzionali

Il ddl Alfano sulla riforma del processo penale viola almeno quattro principi costituzionali, a cominciare da quello sull'obbligatorietà dell'azione penale: la stroncatura senza appello arriva dalla Sesta Commissione del Csm. Secondo l'organo di autogoverno della magistratura, il provvedimento avrà effetti "devastanti" sull"'efficacia" delle indagini. E inoltre, "rafforzando la dipendenza della polizia giudiziaria dal potere esecutivo" e al tempo stesso "estromettendo il pm dalle indagini" , potrebbe permettere al governo di controllare o quanto meno di condizionare l'azione penale.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24