Salvini: i cori non c'entrano con le mie dimissioni

1' di lettura

Il deputato leghista lascia la Camera per Strasburgo dopo il filmato che ha fatto il giro della Rete in cui intona un "motivetto" anti napoletano: "Avevo già deciso, si trattava solo di rispettare i tempi tecnici"

"Avevo già deciso, si trattava solo di rispettare i tempi tecnici". Così Matteo Salvini, deputato leghista, spiega le proprie dimissioni dalla Camera per concentrarsi sull'Europarlamento. Solo un accenno ai cori anti-napoletani girati sulla Rete che ne avevano fatto chiedere la testa da parte dell'opposizione e che avevano spinto una parte della maggioranza a chiedere spiegazioni e scuse pubbliche: "Quelli non c'entrano, è roba da stadio, non è politica. Quando vado in trasferta con il Milan ne sento di ben peggiori".

Leggi tutto