Berlusconi dice no a una manovra correttiva.

1' di lettura

Da Corfù il premier smentisce le frasi sul catastrofismo ma ribadische che media e istituzioni non devono alimentare la paura della crisi. Da Basilea il governatore di Bankitalia avverte: non è ancora il momento di una exit strategy

Di crisi e delle misure necessarie per uscirne hanno parlato Silvio Berlusconi e Mario Draghi. Dall'isola greca di Corfù, dove ha partecipato al vertice fra Russia e Nato, il presidente del Consiglio ha ribadito che non ci sarà alcuna manovra correttiva. Da Basilea, invece, il Governatore di Bankitalia ha ammonito: la recessione non è ancora finita.

Leggi tutto
Prossimo articolo