Berlusconi, l'Espresso querela il premier

1' di lettura

Il gruppo L'Espresso ha dato mandato ai suoi legali di avviare ogni azione di tutela dopo le dichiarazioni del premier a Santa Margherita Ligure. Definì la Repubblica eversiva e istigò a bloccare gli investimenti pubblicitari

Il gruppo editoriale L'Espresso ha dato mandato ai legali Carlo Federico Grosso e Guido Rossi di
"avviare tutte le azioni a tutela della societa', vista la rilevanza sia penale che civile individuabile nelle dichiarazioni" del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, rese a Santa Margherita Ligure durante l'assemblea dei giovani di Confindustria.

In quell'occasione - spiega una nota - Berlusconi "ha accusato il quotidiano La Repubblica di un attacco eversivo nei suoi confronti e nel contempo ha istigato gli industriali a boicottare ed interrompere gli investimenti pubblicitari". ll gruppo L'Espresso - prosegue la nota - ha dato "mandato ai due professionisti di valutare azioni civili in materia di violazione delle norme sulla concorrenza e penali sotto il profilo di possibili abusi compiuti dal Presidente del consiglio in quell'occasione nonché della lesione dell'immagine del gruppo Espresso".

Leggi anche:

L'intervento di Silvio Berlusconi a Santa Margherita Ligure

Franceschini: "Non mi faccio intimidire da Berlusconi"

Leggi tutto
Prossimo articolo