Bari, Michele Emiliano 2.0. Sindaco anche di Facebook

1' di lettura

Sullo spazio virtuale del rieletto sindaco del capoluogo pugliese sono centinaia i commenti di apprezzamento. Lui ringrazia e invita alle danze. Ma c'è anche chi non vuole arrendersi al verdetto delle urne

di Chiara Ribichini

“Grande Michele, serata commovente. Pierpy che fortuna conoscerti, bellissimo video!!”. Lo scrive Marco alle ore 23.05 del 23 giugno sulla pagina di Facebook del rieletto sindaco di Bari Michele Emiliano (per visualizzare il link bisogna essere registrati a Facebook).
Marco è appena rientrato dalla festa a Baia San Giorgio organizzata per brindare al primo cittadino e sul social network commenta un video realizzato da Pierpaolo la sera prima, quando la gente appena saputi i risultati del ballottaggio è scesa in piazza per festeggiare.
“Michele Emiliano va a festeggiare in Piazza Prefettura. Ci raggiungete?” aveva scritto il sindaco di Bari alle 19.56 del 22 giugno sulla sua pagina di Facebook.  Lo spoglio delle schede era ancora in corso, ma ormai la vittoria del candidato del centrosinistra era certa. Da qui l’invito rivolto a tutti i suoi sostenitori ad unirsi alle danze. Ed ecco caroselli, bottiglie di spumante, slogan, proseguiti poi il giorno dopo, con un’altra serata annunciata dal primo cittadino sempre su Facebook. “Questa sera Michele Emiliano vi invita alla festa di fine campagna elettorale alle 21 in Piazza Mercantile (appuntamento poi spostato a Baia San Giorgio, ndr). Musica, dj-set, Gianni Ciardo e l'Anonima GR. Dato che è una festa del tutto improvvisata, fate passaparola con amici e parenti e facciamo festa tutti insieme”.

Al di là degli inviti alle feste, però, spiccano sulla pagina di Facebook i suoi ringraziamenti “alle oltre 100000 persone che lo hanno rivotato al ballottaggio”. A questi si aggiunge una precisazione: “Aver preso più voti del primo turno, nonostante l'affluenza sia scesa di più del 10%, è la testimonianza più incredibile della bontà del nostro lavoro. E del senso di responsabilità che ora prova nei vostri confronti. Un po' di riposo per tutti, e poi riprendiamo a lavorare per Bari”. E c’è una raccomandazione agli utenti: “Cercate di non litigare sulla mia pagina”.

Emiliano si rivela un sindaco 2.0. La sua pagina conta più di 8 mila sostenitori. Il suo profilo su Facebook è aggiornatissimo. Ci sono le foto di Emiliano al seggio, tutte le informazioni sulla sua campagna elettorale, tutti i dettagli sull’Emibus, un autobus gratuito per permettere a tutti i baresi sparsi per l’Italia di andare a votare gratis.  gli appuntamenti, ma anche tanti video. Da Toti e Tata insieme sul palco per Michele Emiliano al videomessaggio in cui gli italiani a Londra esternano il loro appoggio al sindaco, spiegando dettagliatamente che cosa è cambiato da quando Emiliano è salito sulla poltrona di primo cittadino, cinque anni fa. Cambiamenti che coloro che vivono all’estero riescono a percepire in maniera più evidente dei residenti a Bari. Tra i video postati c’è anche qualche spot, come quello che riassume tutti i benefici portati alla città: dall’ecomostro trasformato in parco, dal rudere diventato teatro. Ma è solo un piccolo assaggio dei numerosi spot, di cui alcuni davvero coloratissimi, che è possibile trovare sul canale che Emiliano ha su YouTube.

E su Facebook i suoi elettori lo inondano di messaggi. “Emiliano è la personificazione della baresità” scrive Francesco. “Grande uomo, non avevo dubbi, poche parole ma tanti fatti” scrive Simona. Apprezzamenti arrivano anche da fuori. “Vorrei essere una cittadina barese per avere un sindaco come lei” scrive Rosita. Qualcuno si spinge più in là: “Complimenti per com'è stata condotta la campagna elettorale, anche Obama gliela invidierebbe! Ora si riposi, ricarichi le pile e ricominci a lavorare con l'entusiasmo e la correttezza che la caratterizzano” afferma Simona. Ma arrivano anche le prime pressioni: “Ora non ti rilassare, rimboccati le maniche e ... continua. Ora sai come si fa!! Buon Lavoro, e porta Bari sempre più in alto”.

Che sia apprezzato dalla gente lo dimostrano anche i tanti gruppi nati sul social network: da Michele Emiliano sindaco for ever a Siamo tutti Michele Emiliano, da Emilive a Vogliamo Michele Emiliano presidente del Consiglio. Qualcuno avanza qualche richiesta particolare, come gli iscritti a Michele Emiliano. Vogliamo gli U2 a Bari, gruppo che ha come foto un manifesto di Obama rivisitato in chiave barese, con l’immancabile scritta Yes we can. Ma non tutti la pensano allo stesso modo. A poche ore dalle elezioni è già nato il gruppo Michele Emiliano non è il mio sindaco, che incita gli utenti a “non arrendersi al verdetto delle urne” o il gruppo  Michele Emiliano? No grazie , su cui campeggia la scritta: rimandiamolo a fare il magistrato.

Leggi tutto