Ballottaggi: affluenza bassa in tutta Italia

1' di lettura

Per le comunali hanno votato il 61,2% degli elettori; per le provinciali il 45,8%. Record negativo a Torino, dove sono andati alle urne solo quattro elettori su dieci

Non solo referendum. Anche i ballottaggi per le elezioni provinciali e comunali registrano una diminuzione sensibile dell'affluenza alle urne.
Della provincia di Torino, il record negativo: per la rielezione del presidente dell'ente, hanno votato il 40,75% degli elettori, rispetto al 67,81% del primo turno.
Non va molto meglio Milano, dove è andato alle urne il 44,95% degli aventi diritto al voto.
Ma la scarsa affluenza riguarda tutta Italia. Il dato generale di partecipazione al voto resta piuttosto basso: 45,8% quello delle provinciali (il 6 e 7 giugno si erano recati alle urne il 69,7%), mentre quello delle comunali si assesta il 61,2% (qui l'affluenza del primo turno era stata del 76,2%).
Bassa l'affluenza anche a Bari, dove si è votato per il primo cittadino: sono andati al voto solo il 60,94% . Le cose vanno meglio a Potenza (63,27%) e a Padova (62,79%), ma entrambe registrano comunque un sensibile calo rispetto alla tornata elettorale di due settimane fa (-15%).
Bassa l'affluenza anche in Veneto: la provincia di Belluno registra l'affluenza del 40,10%; Rovigo 44,67%; Venezia 45,09.
La Calabria, infine, è la regione in cui si è votato di meno per le provinciali: sia a Cosenza che a Crotone sono andati alle urne poco più di quattro elettori su dieci.

Vai allo speciale dedicato alle elezioni comunali

Guarda i risultati delle elezioni provinciali

Leggi tutto
Prossimo articolo