Inchiesta Bari, la terza testimone: "Nessun compenso"

1' di lettura

Dopo Patrizia D'Addario e Barbara Montereale, che hanno già rivelato la propria partecipazione alle feste di Berlusconi, ora è Lucia Rossini, 25 anni di Bari, a raccontare la serata trascorsa il 4 novembre a Palazzo Grazioli

Un'altra ragazza ospite di Palazzo Grazioli ed un'altra versione dei fatti. Questa volta è Lucia Rossini, 25 anni, già sentita a Bari nell'ambito delle indagini su un giro di donne che, a pagamento, avrebbero partecipato a cene e incontri con Berlusconi, a raccontare a "Repubblica" la serata con Patrizia D'Addario, Barbara Montereale e l'imprenditore pugliese Gianpaolo Tarantini. Due o tre ore fra barzellette e canzoni napoletane, ricorda. All'ingresso di Palazzo Grazioli nessun controllo di sicurezza, alla fine della cena nessun compenso, sottolinea la giovane, nè offerte di candidature.

Tutte le notizie sull'inchiesta di Bari


Berlusconi furioso con la stampa: "Sono dei disgraziati"

Berlusconi ai contestatori: "Poveri comunisti, fate pena"

Leggi tutto