Referendum, la partita si gioca sul quorum

1' di lettura

A due giorni dal voto gli schieramenti ribadiscono le proprie posizioni ma il vero problema resta il rischio che vada alle urne meno del 50% più uno degli elettori

A due giorni dal voto ancora schermaglie tra i fronti opposti, per convincere gli italiani a votare sì o no contro il premio di maggioranza alla coalizione vincente presso Camera e Senato e per dire basta alle candidature multiple. Il Pd è per il sì, l'Italia dei Valori per il no. Contrari al referendum la Lega e Sinistra e Libertà, ma anche nell'Udc. Ribadisce sì Renato Brunetta, nella scia del premier Berlusconi che aveva già precisato: non faccio campagna ma voto sì.

Leggi tutto
Prossimo articolo