Chi piange e chi ride: il day after elettorale visto dal web

1' di lettura

Sui siti dei partiti, i commenti a caldo di politici e militanti. Tra esultanze e inviti all'unità, una breve panoramica della campagna elettorale virtuale

Una giornata particolare: potrebbe intitolarsi così il video che apre il "day- after" sul sito dell'Italia dei valori.
A ringraziare l'elettorato e a festeggiare il risultato è Massimo Donadi. Nel video, pubblicato anche su YouTube, il capogruppo alla camera dei deputati parla di "una giornata bellissima per noi di Italia dei valori, da festeggiare e conservare nella memoria. Un piccolo partito nato 9 anni fa che solo da tre anni è entrato in parlamento e ha quadruplicato i propri consensi, diventando il quarto partito italiano con l'8%".

Stesso spartito si suona in casa della Lega. Nella home del partito del Carroccio, trionfa la scritta "Lega Nord al 10,20%, premiata la politica del fare".
La dichiarazione più entusiasta è quella del ministro Roberto Calderoli: "Questo risultato elettorale alle Europee rappresenta il record storico per la Lega Nord che supera persino la percentuale ottenuta nelle Politiche del 1996 e che va oltre il raddoppio dei voti rispetto alle precedenti Europee del 2004".
Spazio poi a twitter, dove i messaggi di dirigenti e militanti dilgano nell'ottimismo.

"Il Buongoverno vince anche in provincia": è questo il titolo che apre il sito del Popolo  della libertà, che punta l'attenzione sulle elezioni amministrative. Il capogruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto parla di un "Pd cannibalizzato da Di Pietro, anche se il coordinatore nazionale Denis Verdini ammette che "i dati non sono quelli che ci aspettavamo".  

Il sito del Partito democratico titola invece con un secco "Fermata la destra", riportando le agenzie dei maggiorenti, da Pierluigi Bersani a Furio Colombo, e continuando la diretta con Youdem, la tv del partito.

"L'Udc è stato premiato e siamo soddisfatti mentre il bipartitismo ha avuto una dura lezione": è questo il commento che il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini affida al sito del suo partito. Sulla home, sono poi pubblicate le interviste di Lorenzo Cesa e dello stesso Casini rilasciate a tv e telegiornali.

Ostentano ottimismo anche i due partiti della sinistra radicale, rimasti entrambi fuori dall'europarlamento. Sul sito di Sinistra e Libertà campeggia una grande foto del governatore Nichi Vendola che parla di "Un risultato che ci incoraggia" e per questo manda "Un milione di grazie" ai suoi elettori. La web-tv del partito ospita invece un'intervista di Grazia Francescato. 

Meno entusiasta l'apertura del sito di Rifondazione comunista. La dichiarazione che il segretario Paolo Ferrero affida al web suona come un invito all'unità: "Dopo il risultato delle elezioni europee noi avanziamo la proposta di riunificare – a partire da coloro che hanno dato vita alla lista anticapitalista e comunista - tutte le forze disponibili a costruire un polo di sinistra, autonomo dal centrosinistra e impegnato da subito a costruire la più vasta opposizione alle politiche del governo Berlusconi e di Confindustria". Frasi che sembrano raccogliere alcuni commenti degli elettori pubblicati sul suo personale blog che criticano "gli scismi inutili" che hanno portato la sinistra a restare fuori l'europarlamento.

Leggi tutto
Prossimo articolo