Europee, Emanuele Filiberto non entra in Europa

1' di lettura

Nella circoscrizione nord-ovest, l'Udc conquista un seggio, che andrà a Magdi Cristiano Allam. Il Pdl guadagna un deputato, il Pd ne perde uno. L'Italia dei valori elegge Di Pietro e De Magistris

Il principe non ce l'ha fatta.
Secondo i primi dati, Emanuele Filiberto di Savoia non avrebbe raggiunto il numero di preferenze necessarie per andare a Strasburgo.
L'ex vicedirettore del Corriere della Sera Magdi Cristiano Allam, anche lui candidato nella circoscrizione Nord Ovest con l'Udc, dovrebbe invece essere l'unico eletto nelle fila del partito di Pierferdinando Casini.
Sempre in questa circoscrizione, il Pdl aumenta i suoi eurodeputati, che salgono a otto, uno in più di quelli ottenuti da Forza Italia e An alle scorse elezioni. Un dato significativo, considerando che rispetto alla tornata elettorale del 2004, il numero di parlamentari nella circoscrizione è sceso da ventitre a ventuno.
Andranno certamente a Strasburgo, sempre nelle fila del Pdl, l'ex sindaco di Milano Gabriele Albertini, Carlo Fidanza, Lara Comi e Mauro Mauro, quest'ultimo tra i favoriti per diventare il nuovo presidente del Parlamento europeo.
Cresce anche la Lega Nord, che passa da tre a cinque eurodeputati: a Bruxelles, oltre a Umberto Bossi, ci sarà posto per il presidente della provincia di Sondrio Fiorello Provera, il capogruppo a Milano Matteo Salvini, i deputati uscenti Mario Borghezio e Francesco Speroni.
Per l'Italia dei valori, risultano invece eletti Luigi De Magistris e Antonio Di Pietro, che però potrebbero optare per altri seggi.
Perde un deputato il Pd. A rappresentare a Bruxelles il partito guidato da Franceschini saranno in cinque: l'ormai ex sindaco di Bologna Sergio Cofferati, l'assessore al Bilancio del Comune di Genova Francesca Balzani e i tre eurodeputati uscenti Patrizia Toia, Antonio Panzeri e Gianluca Susta.

Guarda i risultati della circoscrizione Nord -ovest

Leggi tutto
Prossimo articolo