Marche e Umbria: il Pdl supera il Pd

1' di lettura

Fino a poco tempo fa le due regioni erano considerate roccaforti della sinistra. Ora il Pdl è il partito più votato con oltre il 35% dei voti. Exploit della Lega, che a Fermignano tocca il 20%

Insieme a Toscana ed Emilia Romagna, erano da sempre considerate le roccaforti della sinistra, che ne guidava da anni le amministrazioni.
Adesso, nelle Marche e nell’Umbria, il partito più votato è il Pdl. E il distacco non è affatto residuale.
Dopo lo scrutinio delle schede europee, ad Ancona e dintorni, il Popolo della libertà conquista infatti il 35,2% contro il 29,9% del Pd. Identico risultato in Umbria.
Ma l’exploit non porta solo la sigla del partito guidato da Silvio Berlusconi.
Anche la Lega Nord guadagna terreno nelle roccaforti della sinistra, raggiungendo in Umbria il 3,5% e nelle Marche il 5,47%. Per il Carroccio, lo zenit di consensi è raggiunto a Fermignano, sulla sponda sinistra del Metuaro, dove il primo cittadino è leghista: lì, il movimento del Senatur ha sfiorato il 20% dei voti.

Guarda i risultati dell'Italia centrale

Leggi tutto
Prossimo articolo