Abruzzo, Pdl avanti tutta

1' di lettura

Nella regione il centrodestra fa registrare il 44,5 per cento alle europee. Riconquista le tre province di Pescara, Teramo e Chieti. E si insedia nel municipio pescarese

La regione sconvolta dal recente terremoto, nonostante le proteste in provincia dell'Aquila e un dato di affluenza che fa registrare il record negativo in Italia, fa registrare la vittoria del partito del Presidente del Consiglio. In Abruzzo il Pdl ha vinto in tutte le competizioni elettorali, sia in quelle europee, con il 44,5 per cento - dato superiore alla media nazionale - sia nelle province di Pescara, Teramo e Chieti e nei Comuni di Pescara e Teramo. In quattro casi torna alla guida delle amministrazioni locali, spodestando il centrosinistra dalle tre Province e dal Comune di Pescara. Si va verso la conferma, invece, per il Comune di Teramo (dove si è votato in anticipo per le dimissioni di Gianni Chiodi, eletto presidente della Regione). Dopo lo scrutinio di 61 sezioni su 80, il candidato del Pdl, Maurizio Brucchi, ha il 57,37 per cento delle preferenze, contro il 36,89% del candidato del centrosinistra, Paolo Albi, e il 5,74% del candidato di Prc, Sando Santacroce.

Leggi tutto
Prossimo articolo