Bossi: alleati ai ballottaggi ma senza favorire il quorum

1' di lettura

Il Senatur esce da Villa San Martino dove ha incontrato Silvio Berlusconi e garantisce appoggio ai candidati di centrodestra. Ai suoi elettori chiederà di non ritirare la scheda referendaria. Ma delle Regioni Veneto e Lombardia non vuol parlare...

Il leader della Lega Umberto Bossi ha annunciato che il Carroccio sosterrà i candidati comuni col Pdl al ballottaggio.
Lasciando Villa San Martino ad Arcore dove questa sera il Senatur ha partecipato alla cena del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, Bossi ha affermato: "Abbiamo offerto di partecipare alle elezioni dove siamo al ballottaggio assieme". La Lega, a quanto si apprende, darà indicazione ai propri elettori di andare a votare il 21 nei comuni e nelle provincie dove si andrà al ballottaggio senza ritirare la schede per il referendum.
A tal proposito Bossi ha ricordato che la Lega "sosterrà i candidati comuni" al Pdl. Ai cronisti che dopo la cena gli hanno chiesto se avessero affrontato il nodo relativo alle candidatura in regioni come il Veneto e la Lombardia Bossi ha detto di non averne parlato. "No, non ne abbiamo parlato", ha detto appena prima di lasciare Villa San Martino. Dopo di lui dalla residenza del premier è stato visto uscito il figlio del Senatur, Renzo.

Leggi tutto