Frena il Pdl, cala il Pd. Boom della Lega, sopra al 10%

1' di lettura

Bene Idv, in crescita anche l'Udc. Gli altri partiti non superano il 4% e restano fuori da Strasburgo. La soddisfazione di Umberto Bossi. Franceschini in conferenza stampa: il governo è minoranza nel paese

Guarda i risultati ufficiali aggiornati in tempo reale, clicca sulla cartina  per vedere nel dettaglio i dati per ogni circoscrizione. Segui gli exit poll, le prime proiezioni, le ultime notizie sulle elezioni europee, le foto delle elezioni e la diretta di SKY TG24
Lo spoglio per le elezioni amministrative in province e comuni italiani inizia lunedì alle 14.

14.00 Sulla base dei dati definitivi, secondo il Viminale, la distribuzione dei seggi a Bruxelles è la seguente: Pdl 29 eurodeputati, Pd 22, Lega Nord 9, Idv 7 ed Udc 5. Gli altri partiti non sono riusciti a superare la soglia di sbarramento del 4% per ottenere seggi nell'Europarlamento.

13.00 "Franceschini dovrebbe trarre le conseguenze dal suo flop clamoroso. La sua è stata una catastrofe visto che ha perso sette punti": lo afferma Maurizio Gasparri del Pdl commentando a Sky Tg24 la conferenza stampa del segretario del Pd. "Guardiamo ai dati veri. La maggioranza e' al 46,4 contro il 46,6 delle politiche: siamo rimasti stabili malgrado un anno di crisi economica. I nostri seggi nel Parlamento europeo aumentano. La distanza tra centrodestra e centrosinistra alle Politiche era del 9%, ora e' del 10. La Lega? è un alleato leale. Franceschini dovra' rendere conto all'Idv che lo condizionera"'

12.30. Scrutinio concluso. Pdl al 35,5%; Pd al 26,14%; Lega al 10,22%; Idv al 7,98%; Udc al 6,52%. Non raggiungono il quorum i Radicali (2,42%), Rifondazione e i Comunisti italiani (3,38%), Sinistra e libertà (3,11%), l'Mpa, La Destra (2,22%). Affluenza al 66,4%.
Frena dunque il Popolo della Libertà che, negli ambiziosi progetti del suo leader puntava al 51% e cala anche il Partito democratico. Successo, invece, il balzo in avanti della Lega di Umberto Bossi.

12.10 A scrutinio pressochè ultimato, il segretario del Pd Dario Franceschini in conferenza stampa commenta la tornata elettorale. Comune arretramento delle sinistre; astensionismo e avanzata delle destre xenofobe. Questi i punti dell'analisi. "Gli avvoltoi che hanno girato in modo molto interessato intorno al partito democratico per dire che il progetto era fallito possono tornarsene a casa". E aggiunge: Il governo è in minoranza.

11.00 Il Popolo della Libertà al 35,3%, il partito Democratico al 26,2%, la Lega Nord supera il 10,5%, l'Idv e' all'8%, l'Udc al 6,5%. Sono questi i principali risultati delle elezioni europee quando mancano solo 500 sezioni da scrutinare. Le altre liste non superano la soglia di sbarramento del 4% per avere eurodeputati a Strasburgo. la Lega in Veneto non è riuscita a superare il Pdl. Fortissimo l'astensionismo all'Aquila dove tre elettori su quattro non hanno votato. Alle 14 cominciano gli scrutini per le amministrative, che hanno interessato quasi 33 milioni e mezzo di elettori.

10.00 Il leader del Carroccio Umberto Bossi commenta il risultato della Lega che sembra attestarsi sopra al 10%. "Ero cauto, ora sono soddisfatto", ha dichiarato. Matteo Salvini, vicesegretario della Lega, ha detto "sicuramente c'è soddisfazione. Questo rafforza la coalizione, non la indebolisce".

7.37 Mancano poche sezioni alla conclusione dello scrutinio del voto per le elezioni europee (lo spoglio è stato effettuato al 96%) e, salvo piccoli aggiustamenti, resta sostanzialmente confermata la situazione che fin da subito dopo la chiusura dei seggi si era delineata. In particolare il Pdl arriva e supera di qualche decimale il 35%, mentre il Pd si assesta a poco più del 26%. Vola la Lega Nord che supera il 10,5%, mentre l'Idv sfiora l'8%. L'Udc conferma le proprie posizioni a quasi il 6,5%.
Confermata l'esclusione di Prc-Pdc, Sinistra e Libertà, Lista Pannella-Bonino e Mpa-La destra. La lista che è andata più vicina alla soglia del 4% è stata quella di Rifondazione e Comunisti italiani, ma si è fermata al 3,3%.
Tra le novità l'affermazione del Pdl come primo partito in regioni storicamente di sinistra come le Marche e l'Umbria. Per un punto percentuale non riesce intanto il sorpasso della Lega sul Pdl in Veneto. Singolare infine la situazione di Cosenza: dalla citta' calabrese non risulta, sul sito web del Viminale, alcuna sezione ancora scrutinata a quasi dieci ore dalla chiusura dei seggi.

5.31 Con il 90% dei seggi scrutinati, alle Europee il Pdl non raggiunge il 40% sperato e si ferma al 34,7%, due punti in meno delle politiche. Il Pd al 26,4% perde 7 punti dalle politiche (quando però era con i radicali). Trionfano la Lega Nord al 10,9% e l'Idv al 7,8%, cresce l'Udc al 6,4%. Non superano lo sbarramento del 4% comunisti, vendoliani, radicali e l'alleanza Lombardo-Storace. Forte l'astensionismo in Italia: ha votato solo il 67% degli elettori. In Europa si afferma la destra e crolla la sinistra in Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna. Avanzano i partiti euroscettici e xenofobi, ma anche i Verdi.

ore 04.55 Con l'85 per cento delle schede scrutinate si convalidano i dati delle proiezioni Digis per SKY Tg24: il Pdl non sfonda e il Pd cede. Ma crescono il partito di Antonio di Pietro e la Lega di Umberto Bossi in un'affermazione che varrà ancor di più se confermata nel voto per le amministrative. Oltre il 6 per cento l'Udc, sotto la soglia di sbarramento tutti gli altri partiti.
Negli altri paesi d'Europa si afferma la destra. In Gran Bretagna è batosta per il Labour Party


04:00
Quando lo spoglio in Italia raggiunge il 70 per cento delle schede scrutinate si conferma il freno al Pdl (poco oltre il 34%), l'affermazione della Lega Nord (più del 10 per cento dei voti) e la spinta dell'Italia dei Valori (7,7) anche a scapito del Pd (27). L'Udc sopra il 6 per cento.
I radicali non superano lo sbarramento del 4 per cento fermandosi al 2,4. Così come Rifondazione con i Comunisti Italiani e Sinistra e libertà: correndo uniti per le Europee i partiti di sinistra sarebbero arrivati a Strasburgo con oltre il 5 per cento, ma la frammentazione non ha permesso loro di superare la soglia. Anche la Destra supera di poco il 2 per cento. 

02:50
Al 50% delle schede scrutinate, si conferma la tendenza messa in luce dalle prime proiezioni. Non sfonda il Pdl, che supera il 33%, registrando un calo rispetto alle politiche del 2008 (37,4%). In calo anche il Pd, che sfiora la soglia del 28% contro il 33,2% dello scorso aprile, quando aveva corso insieme ai Radicali. In crescita la Lega Nord che, a metà scrutinio, supera il 10%, con oltre 2 punti in più rispetto allo scorso anno. Da segnalare soprattutto però l’aumento dell’Italia dei Valori, che si avvicina all’8% contro il 4,4% del 13 aprile. Sale anche l’Udc di Pier Ferdinando Casini, che supera il 6%. Se dovessero venir confermati questi dati non raggiungerebbero la soglia del 4% e resterebbero quindi esclusi dal Parlamento europeo la Sinistra e libertà, La destra di Storace, i Radicali e Rifondazione comunista.

02:40
Dato definitivo dell'affluenza: in Italia ha votato il 66,47% degli elettori rispetto al 73,9% delle europee del 2004, con un calo quindi del 7,43% dei votanti. Fonte: Ministero dell'Interno

02:30
E' Bologna, fra le grandi citta', quella che ha registrato la massima affluenza alle europee: nel  capoluogo emiliano ha votato il 77,46%. L'affluenza piu' bassa si e' registrata invece a Palermo con il 44,26%. Questa la classifica delle grandi citta', nell'ordine in base  all'affluenza al voto: Bologna, Bari, Firenze, Milano, Venezia,  Torino, Genova, Roma, Napoli, Catania, Palermo.

01:55 "Se i risultati saranno confermati  l'Udc è stato premiato e siamo soddisfatti mentre il  bipartitismo ha avuto una dura lezione". Così Pier Ferdinando Casini, leader dell'Udc, commenta le proiezioni sui risultati che collocano il suo partito sopra il 6% alle europee. E ha aggiunto: "Quella trascorsa e' stata una brutta campagna elettorale,  non si e' parlato dei bisogni degli italiani mentre ci si e' occupato di veline e di altro. Noi abbiamo chiesto un voto in  piu' per capire se la nostra sfida, di creare un partito della  nazione, aveva gambe per andare avanti. E abbiamo avuto una  conferma".

01:40 Quinta proiezione elaborata da Dinamiche per la Rai sulla percentuale di voti ottenuti dalle liste a livello nazionale nelle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo (campione 50%). I dati sono messi a confronto con quelli delle europee del 2004 e con quelli delle politiche del 2008: il Pdl è in crescita rispetto alle europee del 2004 (dal 32,4% al 34,5%), ma in calo rispetto alle elezioni politiche (37,4%). Il Pd si attesta al 26,5%, contro il 31,1% dell'Ulivo alle europee del 2004 e il 33,2% dello scorso anno, quando si presentò alle politiche insieme ai Radicali. In netta crescita invece la Lega Nord e l'Italia dei Valori. La prima sale di 4,5 punti rispetto a 5 anni fa, raggiungendo il 9,5% (+1,2% anche rispetto alle politiche), mentre l'Idv passa dal 2,1% del 2004 all'8% (alle politiche del 2008 4,4%). In crescita anche l'Udc che sale da 5,9 del 2004 al 6,6%

01:36 "L'Italia dei Valori da domani non è  piu' opposizione, ma alternativa al governo Berlusconi. Noi, infatti, proponiamo un modello di governo diverso dal suo, piu' attento ai lavoratori e alle persone che hanno bisogno". Così il leader dell'Idv Antonio di Pietro commenta a SKY TG24 le proiezioni

01:05
Quarta proiezione Digis-SKY TG24 : Pdl 35,6% , Pd 26,3%, Lega Nord 9,2%, Idv 8,6% , Udc 6,5% , Sl 3,4%, Radicali 2,8% , Prc 2,8% , Pda 2,4% .

01:00 Quarta proiezione Dinamiche Rai, riguardante i voti per il Parlamento europeo: Pdl 35%, Pd 26,8%, Lega Nord 9,5%, Idv 8,0%, Udc 6,1%, Prc 3,4%, Sinistra e libertà 2,9%, Radicali 2,6%, Pda 2,2%

00:30
Terza proiezione Dinamiche- Rai: Pdl 35%, Pd 27,2%, Lega nord 9,6% Idv 7,9%, Udc 6,3%, Prc 3,2%, Sinistra e libertà 2,9%, Pda 2,3%, Radicali 2,6%

00:17 "Sarebbe un esercizio di cartomanzia commentare dati cosi' diversi. E' come leggere i tarocchi: io ho una personale certezza e voglio dire che sono fiducioso". Cosi' il portavoce del Pdl Daniele Capezzone risponde alle domande dei giornalisti che gli chiedono un commento sulle prime proiezioni.

00:05
Terza proiezione Digis-SKY TG24 : Pdl 36%, Pd 26,5%, Lega Nord, 9,8%, Idv 8,3%, Udc 6,3%, Sl 3,3%, Radicali 2,6%, Prc 2,5%, Pda 2%. Secondo tale rilevazione dunque Sinistra e libertà, i Radicali, il Prc e il Pda non supererebbero la soglia del 4% che permette di accedere al Parlamento europeo.

00:00 Seconda proiezione Dinamiche-Rai, copertura 12%. Pdl 35%, Pd 26,8%, Lega Nord 9,6%, Idv 8,3%, Udc 6,4, Prc 3,3%Sinistra e libertà 3%, Radicali 3%, Pda 2,1%.

23:58
"E' fallito miseramente il tentativo politico di ridurre i Radicali allo zero, o altrimenti alla loro
sparizione". Così Emma Bonino commenta le prime proiezioni nella sede dei Radicali a Torre Argentina (Roma). E ancora: "Siamo pronti a continuare la nostra battaglia per la democrazia"

23:53
"Sulla base dei primi dati il Pd si conferma una delle principali forze del campo progressista  europeo in voti assoluti ed eletti. Il Pd sara' cosi' uno dei  primissimi partiti del centrosinistra europeo". Piero Fassino  esprime cosi' la soddisfazione per le prime proiezioni dei  risultati delle elezioni europee.

23:50
Europee, Italia, terzo instant poll (ore 23.45) IPR per La7 e Repubblica.it (campione 5.000 elettori). Pdl tra il 34,5 e il 38,5%, Pd tra 25,5 e il 28,5, Lega Nord tra l’8 e l’11%; Idv tra il 7 e il 9%, Udc tra il 5 e il 7%, Sinistra e libertà tra il 2,5 e il 4%, Prc tra il 2,5 e il 3,5%, Radicali tra l’1,5 e il 3,5%, Pda tra l’1 e il 3%,

23:30 Seconda proiezione Digis-SKY TG24: Pdl 38,5%, Pd 26,5%, Lega 10%, Idv 8,1%, Udc 5,7%, Prc 3%, Sl 3%, Pda 2%, Radicali 2%.

23:30 Prima proiezione Dinamiche-Rai, riguardante i voti per il Parlamento europeo, Italia - Liste. Copertura 5%. Pdl 35,4%, Pd 26,7%, Lega Nord 9,2%, Idv 8,4%, Udc 6,4%, Sinistra e Libertà 3,3%, Prc 3,2%, Mpa 2,1%, Radicali 3,1%.

23:28 Per il secondo Instant Poll per le Europee 2009, elaborato da IPR per La7 e Repubblica.it su un campione di 5000  elettori, il Pdl sarebbe tra il 35 e il 39%, il Pd tra il 26 e il 30%, la Lega Nord tra il 7,5 e l'11%, l'Udc tra il 4,8 e il 6,8%, l'Idv tra il 6,7 e il 9,7%, il Prc  1,5- 3,5%, Sinistra e Liberta' tra il 2,5- 3,5%, il Pda tra l'1 e il 3%, i Radicali tra l'1 e il 3%.

23:00 Prima proiezione Digis-SKY TG24: Pdl al 39% , Pd 27,5%, Lega 9,5%, Idv 7,8%, Udc 5,3%, Sinistra e Libertà 3%, Prc 2,5%, Pda 2%, Radicali 1, 8%.

22:13
Il quotidiano online Affaritaliani.it pubblica in esclusiva gli 'instant poll' sulle elezioni europee realizzati in collaborazione con Termometro Politico. Il Popolo della Liberta' si attesta fra il 39,5 e il 42,5 per cento, il Partito Democratico tra il 23 e il 25,5 per cento. L'affluenza alle urne definitiva e' data tra il 64 e il 67 per cento (nel 2004 fu del 71,7).

22:00 In base al primo Instant poll per le  Europee 2009, elaborato da Ipr per La7 e Repubblica.it su un campione di 5 mila elettori, il Pdl si attesterebbe tra il 39 ed  il 43 per cento, il Pd tra il 27 ed il 31 per cento, la Lega  Nord avrebbe tra il 6,5% ed il 10,5% dei consensi, Di Pietro-Idv  tra il 5 e l'8 per cento mentre l'Udc si attesterebbe tra il 3,7  ed il 5,7 per cento.
Rifondazione Comunista-Comunisti Italiani si collocherebbero  invece tra il 2 ed il 4 per cento mentre sotto la quota del 4%  si attesterebbero, tutti tra l'1 ed il 3 per cento, Sinistra e  Libertà, L'autonomia e la Lista Pannella-Bonino. 

Leggi tutto