Ecco Twitter, e la politica "cinguetta"

1' di lettura

Dopo il successo targato Obama, la piattaforma creata nel 2006 è ormai utilizzata anche dai politici italiani. Molti i candidati alle prossime europee e amministrative che vi pubblicano messaggi e appuntamenti con il proprio elettorato

di Filippo Maria Battaglia

Era nato come un social network per pubblicare brevi messaggi sul web. In inglese, "Twitter" significa cinguettare, ma è anche il termine tecnico per indicare gli aggiornamenti del servizio di microblogging.
Creato nel marzo 2006, in poco tempo ha dilagato nella rete, divenendo presto uno dei mezzi di comunicazione più utilizzati sul web. A trasformarlo però in un formidabile strumento elettorale, ci aveva pensato Barack Obama durante le primarie americane.
Dopo quell'exploit, i politici italiani non si sono mostrati insensibili: Twitter è diventato così uno dei protagonisti delle elezioni del 6 e 7 giugno.
Il leader dell’Udc Pierferdinando Casini lo sta ad esempio utilizzando per informare gli elettori sui suoi appuntamenti, pubblicando anche brevi messaggi elettorali: “Si parla di gossip e non dei problemi della gente. E’ questo distacco il problema: ascoltare Napolitano significa ascoltare gli italiani”.
Casini non è solo. Anche altri politici, come Renato Brunetta, utilizzano la piattaforma: "L'opposizione la smetta di usare l'argomento dei precari in modo pretestuoso" è uno dei post del ministro della funzione pubblica. I partiti non sono rimasti a guardare: il Partito democratico lo ha persino adottato per comunicare stabilmente con il proprio elettorato.
Twitter è poi entrato nelle sfide delle elezioni amministrative. Tra i più attivi, Matteo Renzi, in corsa per il Pd alle comunali di Firenze.
Non sembra avere la stessa familiarità con la piattaforma il suo principale avversario, Giovanni Galli, appoggiato dal Pdl, che su Twitter ha pubblicato solo un unico post, datato fine marzo: “sto pensando che voglio diventare sindaco di Firenze”.
Chi volesse avere invece una panoramica più ampia, può invece visitare TweetelElect2009.eu, un sito che individua e pubblica in tempo reale i messaggi che hanno a che fare con prossime elezioni. Si scopre così che tra i politici italiani più presenti, ci sono Silvio Berluconi e Antonio Di Pietro.

Leggi tutto