Voli di Stato, indagato Berlusconi."Ma io non mollo"

1' di lettura

La procura: un atto dovuto. Il premier: "Sono accuse meschine, ho rispettato le regole". Sulla festa di Noemi: "Ci tornerei, era una promessa e io mantengo sempre". Oggi alle 14.30 Silvio Berlusconi sarà ospite di SKY TG24. L'intervista anche on line

Il nome di Silvio Berlusconi è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta sui voli di Stato. Si tratta - sottolineano fonti giudiziarie - di un atto dovuto, al quale potrebbe seguire una rapida archiviazione. Intanto a Porta a Porta il premier definisce quelle contro di lui "accuse meschine". "Ho rispettato le regole", aggiunge. E sulla festa di Noemi spiega: "Ci tornerei, era una promessa". Di elezioni anticipate neanche a parlarne: "Non mollo, non ci avevo mai pensato". Sulle foto di Villa Certosa, taglia corto: "Nulla di impubblicabile". Franceschini attacca: "Sui voli di Stato sarebo duri perchè è una questione pubblica. Non avremmo mai chiesto le dimissioni al premier per vicende private".

Leggi tutto