Unione europea, fonti e impieghi dei fondi comunitari

1' di lettura

Servono per finanziare progetti, iniziative e attività e vengono organizzati in un piano di sette anni. Ogni Paese della comunità europea contribuisce in proporzione al proprio Pil ma non tutti hanno un ritorno adeguato

Il fondi comunitari, che si dividono in diretti e indiretti, vengono organizzati in un piano di sette anni, attualmente quello 2007-2013. Ogni Paese della comunità europea contribuisce ai finanziamenti collettivi in proporzione al proprio Pil ma non tutti hanno un ritorno adeguato. I fondi strutturali - indiretti - servono per "aiutare il principio di coesione sociale ed economica" all'interno dell'Ue e sono vincolati a precisi obiettivi, erogati a favore dell'amministrazione pubblica o delle imprese private.

Guida alle elezioni europee: tutti i video

Leggi tutto
Prossimo articolo