Democratici anonimi, per chi vuole dire basta

1' di lettura

Elezioni 2009, la Rete si scatena. Sul Web impazza il gruppo di sostegno per tutti coloro che hanno votato PD... e ora si sono pentiti. Auto ironico e irriverente! Guarda il video

Sono giovani. Hanno tra i 20 e i 40 anni. E hanno deciso di uscire allo scoperto e chiedere aiuto a un gruppo di sostegno al quale confidare il loro problema: alle scorse consultazioni politiche hanno votato per il Partito Democratico. E ora si sono pentiti.

Il video è una chiara presa in giro ad opera dei sostenitori di Sergio Staino, che dal Pd è passato a Sinistra e Libertà. Una divertente parodia dell'elettore pentito, o presunto tale, che tra lacrime e disperazione si chiede come uscire dal tunnel. E ha trovato supporto nel gruppo “Democratici Anonimi”.

Da giorni ormai è fitto il tam tam in Rete. E una folta schiera di ex Pd si è unita ai Democratici Anonimi per avere conforto e sostegno. Non si fanno riprendere in volto. Sono e restano anonimi. Di questi elettori si odono solo le “ammissioni di colpa”.
E davanti a una telecamera confidano di essersi affidati al soggetto politico nato sotto l’egida di Prodi prima e Veltroni poi. E ora guidato dal segretario Dario Franceschini.

“Non sei più solo - recita il claim dello spot – Loro ce l'hanno fatta. Anche tu puoi dire basta”. Il percorso è stato difficile, ammettono i pentiti, “ma se ce l'ha fatta la Montalcini, possiamo farcela anche noi. C'è chi dice che coi Vendola e Travaglio non si vincono le elezioni: ma chi lo dice? Rutelli? E cosa ne sa Rutelli di come si vincono le elezioni? È come chiedere a Vespa come si fa una domanda scomoda.”.

Ecco il video dei Democratici Anonimi.

Leggi tutto
Prossimo articolo