Omicidio D'Antona, Fini: "Ricordare è dovere morale"

1' di lettura

Il 20 maggio del 1999 le Brigate Rosse uccidevano a Roma il giusalavorista e collaboratore del ministero del Lavoro

A dieci anni di distanza dall'omicidio, per mano delle Brigate Rosse, di Massimo D'Antona sono tante le commemorazioni. La principale è a Roma, in via Salaria, dove fu assassinato il giusalavorista e collaboratore del ministero del Lavoro e dove oggi ha tenuto il proprio discorso il presidente della Camera Gianfranco Fini, affermando che "ricordare è dovere morale".

Leggi tutto
Prossimo articolo