Immigrazione, alta tensione tra Italia e Onu

1' di lettura

Berlusconi: "Sui barconi gente reclutata da criminali". L'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati esprime "grave preoccupazione" per la linea del governo. Maroni: "Faccia l'Unhcr verifiche in Libia sulle richieste d'asilo"

E' scontro aperto tra Italia e Onu sull'immigrazione. Da Sharm El Sheik il Berlusconi è torna a parlare dei respingimenti precisando: "Sui barconi ci sono persone reclutate da organizzazioni criminali". Al presidente del Consiglio replica l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, che esprime "grave preoccupazione" per la linea del governo. La controreplica italiana è afidata a Maroni: "Faccia l'Unhcr verifiche in Libia sulle richieste d'asilo", dice il ministro dell'Interno. Che chiede poi all'Europa di farsi carico de problema.

Leggi tutto
Prossimo articolo