Immigrati, Maroni: L'Unhcr faccia verifiche in Libia

1' di lettura

"Gli accertamenti dell'asilo si possono benissimo fare anche lì", dice il ministro dell'Interno replicando alle critiche dell'alto commissariato delle Nazioni Unite. E all'Europa: "Si faccia carico del problema"

Respinge le critiche e difende la linea dura del governo sull'immigrazione il ministro dell'Interno Roberto Maroni. Che all'Onu replica: "In Libia è presente l'Unhcr, l'alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite, che può fare gli accertamenti delle persone che chiedono asilo. Per coloro che poi hanno diritto all'asilo, non vedo perché dovrebbero essere mandati in Italia come dice l'Unhcr: se ne faccia carico l'Europa". Maroni invita quindi il commissario ai Diritti umani del Consiglio d'Europa Thomas Hammerberg a dimettersi e ribadisce: "I respingimenti continueranno".

Leggi tutto
Prossimo articolo