Ddl sicurezza al Senato, Fini frena: no a presidi-spia

1' di lettura

Il disegno di legge arriva in aula, ma sul tema dell'immigrazione c'è un nuovo affondo del presidente della Camera: "Evitiamo la tentazione ideologica, la propaganda da una parte e dall'altra perché siamo di fronte a tempi complessi"

Il disegno di legge sulla sicurezza domani approda in aula e sul tema dell'immigrazione arriva un nuovo affondo del presidente della Camera Fini. "Dobbiamo evitare la scimitarra, la tentazione ideologica, la propaganda da una parte e dall'altra perché siamo di fronte a tempi molto complessi", ha detto a proposito della norma sui presidi-spia aggiungendo: "Razzismo e xenofobia, ma anche il lavoro nero, costituiscono ostacolo all'inserimento dei lavoratori stranieri".

Leggi tutto
Prossimo articolo