Referendum, Berlusconi: Voterò sì, non sono masochista

1' di lettura

"Dà il premio di maggioranza al partito più forte", ha sottolineato il premier. Che ha parlato anche della possibilità di riformare la Costituzione da soli: "Non c'è un solo articolo che dica che è necessario il concorso dell'opposizione"

Referendum, Silvio Berlusconi si schiera per il sì. "Dà il premio di maggioranza al partito più forte, non posso mai votare no", ha detto il premier a Varsavia, al termine vertice italo-polacco. "Non si può essere masochisti", ha aggiunto poi. E dopo il referendum, la riforma della Costituzione. Che per Berlusconi la maggioranza può fare da sola: "Non c'è un solo articolo - ha spiegato - che dica che è necessario il concorso dell'opposizione per modificare la Carta". Una battuta anche sui malumori della Lega: "Anche io se fossi nella Lega non sarei proprio contento...".

Leggi tutto
Prossimo articolo