Clandestini, i medici non più obbligati a denuncia

1' di lettura

Dal disegno di legge sulla sicurezza, che riprende il suo iter alla Camera, scompare la norma. Soddisfatto Gianfranco Fini mentre D'Alema chiede di affrontare diversamente il nodo integrazione

Tornano ronde e tempi più lunghi per la permanenza nei centri di identificazione ed espulsione, via la possibilità per i medici di denunciare i clandestini. Con queste novità, dopo l'ok in Senato, riparte alla camera il disegno di legge sicurezza. Lo stop a possibili denunce dei medici raccoglie il plauso del presidente della Camera, che aveva duramente criticato la misura. Intanto da Massimo D'Alema arriva l'invito a ripensare totalmente la politica dell'immigrazione

Leggi tutto