Terremoto, è il giorno del Cdm in Abruzzo

1' di lettura

Dalla riunione arriverà l'ok al decreto legge con lo stanziamento di 8,5 miliardi. I lavori di riscostruzione saranno dettati da regole ferree, a cominciare dall'assoluta trasparenza di ogni fase

Dal consiglio dei Ministri di oggi all'Aquila dovrebbero arrivare otto miliardi e mezzo, sette dei quali per la ricostruzione, così come previsto dal decreto "Abruzzo", che verrà approvato nella sua versione definitiva. Le regole saranno ferree: i nomi dei fornitori, ad esempio, saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale. Si potranno modificare i piani regolatori e ottenere in breve tempo la valutazione di impatto ambientale. I redditi dei fabbricati distrutti non concorreranno alla formazione del reddito imponibile ai fini Irpeg, Irpef e Ici fino alla loro definitiva ricostruzione.

Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l'Abruzzo

Vai allo speciale Terremoto in Abruzzo

Leggi tutto