Napolitano: la Costituzione non è un residuato bellico

1' di lettura

Dal Capo dello Stato un invito a non dissacrare la Carta "E' modificable ma sulla base di motivazioni trasparenti e convincenti". Poi sul 25 aprile: "Non è la festa di una sola parte"

"La Costituzione non è un residuato bellico". Giorgio Napolitano interviene ancora una difendere la Carta. Parlando alla Biennale della Democrazia, il Capo dello Stato avverte: "È del tutto legittimo politicamente" modificare la Costituzione per rafforzare i poteri del governo e di chi lo presiede rispetto al Parlamento e al potere giudiziario, occorre però che ciò avvenga "sulla base di motivazioni trasparenti e convincenti". Poi un monito sul 25 aprile: "Non è la festa di una sola parte, è la festa di tutti".

Leggi tutto
Prossimo articolo