Referendum e Rai, Franceschini attacca Berlusconi

1' di lettura

Dopo il vertice a Palazzo Grazioli sui nuovi direttori il leader del Pd: "Non si decide a casa del premier". E sull'election day attacca l'esecutivo. Sui quesiti: "Esaminiamo ipotesi rinvio"

Su referendum e nomine Rai torna ad infiammarsi il clima politico. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi annuncia che in Rai ci saranno "volti giovani e nuovi" e che sta esaminando il rinvio del referendum. Il segretario del Partito democratico Dario Franceschini attacca sui quesiti referendari: "Buttati via oltre 400 milioni che potevano servire all'Abruzzo". E sulle nomine di Viale Mazzini: "Non si decide a casa del premier".

Leggi tutto
Prossimo articolo