Referendum, Franceschini: "Spreco che grida vendetta"

1' di lettura

Franceschini: "Buttati via oltre 400 milioni che potevano servire all'Abruzzo". Sulla Rai: "Non si decide a casa del premier". Berlusconi: "Per la tv nomi infondati, saranno nuovi e giovani"

Dall'Assemblea dei candidati e degli amministratori del Partito Democratico in vista delle elezioni europee del 7 e 8 giugno, il Segretario Dario Franceschini lancia nuove accuse al governo sul tema del referendum: "E'uno spreco che grida vendetta per l'Abruzzo. Dopo il vertice a Palazzo Grazioli sui nuovi direttori Rai, inoltre, il leader del Pd s'infuria ulteriormente e dice: "Non si decide a casa del premier". Berlusconi risponde durante la visita alla tendopoli di Pianola, a tutto campo, dalla questione della Rai, a quella del 25 aprile a quella del referendum.

Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l'Abruzzo

Vai allo speciale Terremoto in Abruzzo

Leggi tutto
Prossimo articolo