La promessa solenne di Berlusconi: nessuno resterà solo

1' di lettura

Il premier si è impegnato a non abbandonare l'Abruzzo e a garantire tempi certi per la ricostruzione. L'opposizione ha dato manforte al governo mettendo il silenziatore alle polemiche e offrendo il proprio contributo ai lavori

Berlusconi ha ancora negli occhi quei feretri che sono il lascito più doloroso della tragedia abruzzese e prende un impegno solenne con i familiari delle vittime proprio davanti a quella interminabile sequenza di morte.Il premier non vuole cedere allo scoramento e dal quartier generale abruzzese della Protezione civile disegna la sua "road map" per la ricostruzione. Il dramma fa crollare anche il muro della contrapposizione politica restaurando un clima di unità nazionale. Ai funerali lunga stretta di mano tra Berlusconi, il leader del Pd Franceschini e altri esponenti dell'opposizione.
Partecipa alla gara di solidarità SKY per l'Abruzzo

Guarda tutte le immagini della vita dopo il terremoto
Leggi tutti gli aggiornamenti dall'Abruzzo

Leggi tutto