Lo slancio di Fini sulle riforme piace al Pd

1' di lettura

Critico invece Di Pietro, che definisce il presidente della Camera un "furbetto", mentre la Lega non apprezza l'invito a schierarsi per il referendum sulla legge elettorale

Apprezzamento generale nel Pd per l'intervento di Gianfranco Fini al congresso fondativo del Pdl. Sono piaciuti sia i toni che i contenuti, diversi rispetto a quelli usati da Berlusconi, ma soprattutto lo slancio a mettere in cantiere riforme condivise. Sul presidente del Consiglio si appuntano ancora le critiche di Franceschini che insiste: "Berlusconi annunci che non si candiderà alle europee". Scettico Di Pietro: "Fini fa il solito furbetto", attacca il leader del'Idv. Alla Lega non è piaciuto invece l'invito a schierarsi per il referendum sulla legge elettorale.

Leggi tutto
Prossimo articolo