Alleanza Nazionale a congresso: il messaggio di Berlusconi

Silvio Berusconi
1' di lettura

Il premier invia un messaggio di saluto al partito che va verso lo scioglimento e ricorda la strada percorsa insieme alla destra italiana negli ultimi 16 anni.

Nel corso della seconda giornata del congresso di Alleanza Nazionale a Roma, Denis Verdini, il coordinatore di Forza Italia, aveva portato il saluto di Silvio Berlusconi. Nel messaggio il presidente del consiglio ha ricordato il percorso che lo ha legato alla destra italiana, fin da quando nel novembre del 1993 fece il suo endorsment a favore di Gianfranco Fini alle elezioni per il comune di Roma.

"La comunita' della destra - sottolinea - ha affrontato  ingiuste discriminazioni e ha pagato un duro prezzo per la  difesa di idee e principi essenziali della vita e della cultura  italiana. Quando nel novembre del '93 dichiarai che se avessi  votato a Roma nel ballottaggio fra Fini e Rutelli avrei  certamente dato il mio sostegno a Gianfranco, subii attacchi  inauditi a conferma che ancora 16 anni fa permaneva un ingiusto  e intollerabile pregiudizio nei confronti della destra. Dopo  quella dichiarazioni molti eventi si sono susseguiti: la nascita  di Forza Italia, la coraggiosa opera di modernizzazione della  destra guidata da Gianfranco Fini culminata nel congresso di  Fiuggi del '95, la nostra permanente alleanza politica ed  elettorale. E  non c'e' stato turno elettorale dal '94 a oggi, e  sono passati ben 15 anni, che non ci ha visto uniti quale che  fosse il tema elettorale e quale che fosse la scadenza davanti a  noi".

   "Giungiamo all'appuntamento del Popolo delle Liberta' -  scriva ancora Berlusconi - dopo anni e anni di esperienze comuni  e questa collaborazione, di appassionato contributo di idee in  cui ciascuno ha portato la propria storia, la propria  esperienza, la propria identita'. Il mondo della politica e  dell'impresa, della societa' civile e della partecipazione di  cittadini, si fondono in una esperienza che coinvolge milioni di  italiani e che ci vedra' tutti insieme protagonisti nell'ambito  del popolarismo europeo".

   "Voglio in quest'occasione salutare uno per uno tutti gli  iscritti di An il cui coraggio e' stato un esempio per molti e  voglio ricordare un indimenticabile amico, Pinuccio Tatarella,  che con le sue intuizioni e la sua intelligenza tanto ha fatto  perche' si giungesse a questo traguardo. A Gianfranco Fini, a  Ignazio La Russa e a tutti gli amici di Alleanza Nazionale che  in questi anni ho conosciuto e apprezzato, mando un abbraccio  fraterno nell'attesa di vivere tutti insieme venerdi' dei  momenti destinati a rimanere a lungo nella storia del nostro  Paese".


Leggi tutto