Sicurezza, la fronda dei 101. Maroni: niente fiducia

1' di lettura

Il ministro dell'Interno commenta la lettera dei perlamentari contro i medici-spia: "Non escludo che sia legata "a fibrillazioni interne al Pdl". La proposta della Gelmini: tetto del 30 per cento alle presenze di immigrati nelle classi

"Sono francamente sorpreso dalla lettera dei parlamentari della Pdl che chiede al governo di non mettere la fiducia sul disegno di legge sicurezza". Lo ha detto il ministro dell¿Interno, Roberto Maroni, intervistato da Maurizio Belpietro nel corso del programma "Panorama del Giorno" in onda su Canale 5. "La norma, ha ricordato il ministro, è stata introdotta dal Senato con l'approvazione all'unanimità del Pdl e della Lega e non c'è mai stata intenzione da parte del governo di mettere la fiducia sul ddl".

Leggi tutto
Prossimo articolo