Sicurezza, Pdl diviso, governo promette modifiche

1' di lettura

Continua a tenere banco il dibattito sul ddl, all'indomani della lettera dei 101 parlamentari del Pdl che, capitanati da Alessandra Mussolini, chiedono all'esecutivo di non porre la fiducia. Troppe, secondo loro, le norme inaccettabili

La maggioranza si divide sulla norma anti-clandestini contenuta all'interno del ddl sulla sicurezza ora all'esame delle Commissioni Giustizia e Affari Costituzionali della Camera. 101 parlamentari del Pdl che si armano di carta e penna e firmano una lettera per chiedere al governo di cambiare il provvedimento e quindi di non porre la fiducia. Richieste che arrivano soprattutto da Fi e An, di fronte alle quali la Lega fa muro. A guidare i dissidenti Alessandra Mussolini. Per il governo si è fatta solo confusione. Il sottosegretario all'Interno Mantovano assicura che non ci sarà alcuna fiducia.

Leggi tutto
Prossimo articolo