Regole per le Camere, Franceschini attacca il premier

1' di lettura

Il leader del Pd ironizza sulla proposta del Cavaliere per il voto dei soli capigruppo: "Quando dice queste cose non si sa se ridere o piangere. Prossimo passaggio potrebbe essere un tasto nel suo ufficio così che lo spinga lui per tutti"

Dario Franceschini replica a Silvio Berlusconi, che ieri aveva lanciato la proposta di far votare in Parlamento solo i capigruppo. "Davanti a queste proposte, attacca il leader del Pd, non si sa se ridere o piangere". Franceschini poi ironizza: "Per Berlusconi sembra tutto un ingombro sulla strada della sua luminosa azione di governo: questo vale per il Parlamento e anche per il ruolo di garanzia del presidente della Repubblica. Il prossimo passaggio potrebbe essere, invece di quattro capigruppo che votano per 600 deputati, avere un tasto nel suo ufficio così che lo spinga lui per tutti".

Leggi tutto
Prossimo articolo