Testamento biologico, Rutelli: "Nel Pd pari dignità"

1' di lettura

Il senatore del Partito democratico attacca Unità e Manifesto: "Hanno strumentalizzato le mie posizioni. Non voglio la scissione". La maggioranza disponibile al dialogo

Intollerabile e inaccettabile sono le parole che Francesco Rutelli usa di più, in una conferenza stampa convocata per esternare la sua rabbia. Pomo della discordia l'emendamento che il senatore ha presentato al disegno di legge sul testamento biologico, che negherebbe al paziente la possibilità di scegliere di non alimentarsi e idratarsi, e darebbe invece il grosso della responsabilità al medico. "Sono veramente incavolato, arrabbiato, amareggiato per l'alterazione sistematica delle mie posizioni", ha detto Rutelli, criticando L'Unità e Il Manifesto.

Leggi tutto
Prossimo articolo