Stupri, dl in arrivo: no a domiciliari per gli accusati

1' di lettura

Emergenza stupri, il governo prepara un decreto legge per impedire la concessione dei domiciliari a chi è accusato di violenza sessuale. Il provvedimento dovrebbe essere presentato nel prossimo Cdm, la Lega insiste sulla castrazione chimica

Dopo gli ultimi casi di violenza, il governo ha annunciato una stretta e si prepara ad anticipare alcuni provvedimenti contenuti nel pacchetto sicurezza all'esame della Camera: obbligo della custodia cautelare in carcere per chi è accusato di stupro, gratuito patrocinio per le vittime di violenze, ronde di volontari per il controllo del territorio, aumento degli organici per la sicurezza. I provvedimenti sono contenuti in un decreto legge che dovrebbe essere presentato nel prossimo Cdm. Intanto la Lega torna a parlare di rimedi farmacologici per fermare gli stupratori.

Una lunga sequenza di violenza sulle donne.

Stupro a Roma, pronto l'identikit di uno degli aggressori.

15enne violentata a Bologna. Il racconto del soccorritore.

L' emergenza stupri accende il dibattito anche in rete

Leggi tutto
Prossimo articolo