Emergenza stupri, la Lega propone: castrazione chimica

1' di lettura

Dopo i nuovi terribili fatti di cronaca si riapre il dibattito politico sul tema della sicurezza. Maggiore fermezza e più certezza della pena sono le richieste che arrivano da entrambi gli schieramenti, ma c'è chi si spinge più in là

Dopo i nuovi terribili fatti di cronaca e i ripetuti stupri si riapre il dibattito politico sull'emergenza sicurezza. Maggiore fermezza e più certezza della pena sono le richieste che arrivano da entrambi gli schieramenti. "Basta con il buonismo su carcere ed espulsioni", dice il Sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano, mentre il Pd chiede meno propaganda e più azione. Poi c'è chi, come la Lega, si spinge più in là e annuncia una raccolta di firme per introdurre la castrazione chimica per chi si rende colpevole del reato di violenza sessuale. Proposta bocciata comunque dal governo.

Leggi tutto
Prossimo articolo