Europee: sì della Camera, ora la riforma va al Senato

1' di lettura

L'Aula di Montecitorio ha approvato con larga maggioranza il progetto di legge che introduce una soglia di sbarramento per le liste al 4 per cento mantenendo le preferenze. I voti a favore sono stati 517, 22 quelli contrari. Dura la reazione dei partiti p

La Camera ha approvato con voto bipartisan la riforma della legge elettorale per le Europee. dopo l'accordo tra Pdl, Pd e quasi tutta la restante opposizione parlamentare, i voti a favore sono stati 517, quelli contrari 22. Due deputati si sono astenuti. Il testo, che ora passa al Senato per l'approvazione definitiva, introduce di una soglia di sbarramento per le liste al 4 per cento mantenendo le preferenze. Dura la reazione dei partiti piccoli, che hanno dato vita a una clamorosa manifestazione di protesta lanciando volantini in aula.

Leggi tutto
Prossimo articolo