Napolitano al Paese: da crisi un'Italia più giusta

1' di lettura

Il tradizionale discorso del capo dello Stato quasi interamente centrato sulla crisi economico-finanziaria. Secondo Napolitano servono più equità sociale e di redditi, ambiente per rilanciare sviluppo, istruzione

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha aperto il suo tradizionale discorso di fine anno con un invito a "fermare la spirale della guerra e riaprire la strada della pace in medio oriente". Si è poi soffermato soprattutto sulla crisi economica con un accorato appello a tutti gli italiani: "Dalla crisi deve, e può uscire, un'Italia più giusta. Facciamo della crisi un'occasione perimpegnarci a ridurre le sempre più acute disparità che si sono determinate nei redditi e nelle condizioni di vita". Sulle riforme: "Serve concorso di tutte le forze politiche".

Leggi tutto
Prossimo articolo