Abruzzo, vince l'astensione. Prime proiezioni: vantaggio Pdl

1' di lettura

In Abruzzo si sono chiuse alle 15.00 le urne per le elezioni regionali. Il voto anticipato è dovuto al terremoto giudiziario che ha portato, lo scorso luglio, all'arresto del governatore Ottaviano Del Turco nell'inchiesta su presunte tangenti nella sanità

Urne chiuse in Abruzzo dove si è votato fino alle 15 per il rinnovo del Consiglio regionale. Ieri si era recato ai seggi appena il 34,92 per cento degli aventi diritto, quasi 17 punti percentuali in meno rispetto alle precedenti elezioni regionali. Alla chiusura delle urne, con 252 sezioni disponibili su 305, l'affluenza risulta al 53,29 per cento contro il 68,39 del 2005. Lo scrutinio delle schede inizierà subito. Se si confermasse la tendenza di ieri di sicuro il presidente sarebbe eletto con un modesto numero di preferenze.

Leggi tutto
Prossimo articolo