Pd, Iervolino e Domenici: non dobbiamo scusarci con nessuno

1' di lettura

I due sindaci di Napoli e Firenze respingono le accuse di essere responsabili di una tangentopoli di sinistra e vanno al contrattacco. Sulla questione morale il partito di Veltroni replica al Pdl: Sono loro ad aver eletto condannati e inquisiti

Difesa e contropiede. Respingono le accuse Rosa Russo Iervolino e Lorenzo Domenici, non ci stanno i sindaci di Napoli e Firenze a passare come i responsabili di una tangentopoli rossa, e anzi contrattaccano. "Non dobbiamo scusarci con nessuno, su di noi non c'è stata alcuna inchiesta", dicono dagli studi di "In 1/2ora", il programma di Raitre condotto da Lucia Annunziata. E intanto sulla questione morale il Pd fa quadrato e replica alle accuse del Pdl: Sono loro ad aver eletto condannati e inquisiti.

Leggi tutto
Prossimo articolo