Crisi, l'allarme della Cgil: A Natale a casa 400mila precari

1' di lettura

Il governo promette aiuti in contanti ai poveri. "Ci sarà un contributo finanziario diretto ai soggetti disagiati", dice il ministro del Welfare Maurizio Sacconi.

Quattrocentomila precari rischiano di perdere il posto a Natale. A lanciare l'allarme è la Cgil, con una stima dei lavoratori a progetto e a termine che, nel solo settore privato, a fine anno potrebbero non vedersi rinnovare il contratto in scadenza. Il governo promette aiuti, stavolta in contanti. "Ci sarà un contributo finanziario diretto ai soggetti disagiati", dice il ministro del Welfare Maurizio Sacconi. Domani intanto i sindacati saranno a colloquio con l'esecutivo: chiedono l'aumento ad un miliardo dei fondi per la cassa integrazione.

Leggi tutto
Prossimo articolo