Rai, Villari espulso dal Pd. Fini e Schifani: si dimetta

1' di lettura

Riccardo Villari, espulso dal Pd, non si dimette da presidente della comissione di Vigilanza Rai. A nulla sono valsi gli appelli dei presidenti di Camera e Senato e di Silvio Berlusconi, che gli hanno chiesto di fare posto a Sergio Zavoli

Espulso, rincorso, pressato. Ma ancora sulla poltrona di presidente della Vigilanza. I presidenti di Camera e Senato hanno chiesto a Riccardo Villari di dimettersi. Così come ha fatto Silvio Berlusconi, ricordando che c'è un accordo sul nome di Sergio Zavoli. Ma lui, per ora, rimane su quella poltrona, che sa di trincea. Per il segretario del Pd, Walter Veltroni, questo non è più un suo problema. Intanto Villari fa sapere di avere 7 giorni per fare ricorso contro l'espulsione. 7 giorni per riflettere, per capire se è il caso di rimanere, da solo, in trincea.

Leggi tutto
Prossimo articolo