Addio a Vittorio Foa

1' di lettura

Verrà aperta alle 14.30 nella sede della Cgil la camera ardente di Vittorio Foa, morto ieri a Formia, dove viveva da tempo. Partigiano, deputato all'assemblea costituente, è stata uno dei padri nobili della sinistra italiana

Nato nel 1910 a Torino, la sua biografia ha incrociato in pieno la storia del novecento italiano. A 23 anni è nel movimento antifascista Giustizia e Libertà. Scelta che paga con il carcere. Otto lunghissimi anni. Fatti di studio ed elaborazione politica. Poi la resistenza, nel partito d'azione. A 35 anni è deputato all'assemblea costituente. Si concentra sulla disciplina del lavoro e dei sindacati e contribuisce a pieno Nel '48 entra nella Cgil. Li fa carriera ed è una delle case che abiterà più a lungo.

Leggi tutto
Prossimo articolo