Testamento biologico, Cei apre alla legge ma senza eutanasia

1' di lettura

Immigrazione, povertà delle famiglie ma anche riferimenti alla scuola fino al dibattito in corso sul testamento biologico e al federalismo. Molti i temi toccati dal cardinale Bagnasco, presidente della Cei, in apertura dei lavori del Consiglio permanente

Bagnasco inoltre apre a una legge sul testamento biologico, purché vi siano regole certe e confini etici precisi a regolamentarla, e in particolare purché non venga meno il rapporto fra medico e paziente e che venga esclusa dal provvedimento l'interruzione di idratazione e alimentazione, al contrario sono comprese le terapie sanitarie. Le dichiarazioni rese dai pazienti "devono avere valore legale inequivocabile" mentre il medico dovrà decidere "in scienza e coscienza". Tra gli altri temi trattati immigrazione, povertà delle famiglie e federalismo.

Leggi tutto
Prossimo articolo